Baroncini Investigazioni Bologna
Baroncini Investigazioni Bologna
Seguici su

Investigazioni aziendali: in quali circostanze richiederle

Le investigazioni aziendali sono uno strumento utile e prezioso per il datore di lavoro laddove ritenga di doversi tutelare in presenza di comportamenti scorretti da parte di un proprio dipendente o socio, quali ad esempio furti all’interno dell’azienda, assenteismo ingiustificato, abuso di permessi Legge 104, concorrenza sleale o spionaggio industriale.

Il datore di lavoro che nutre dubbi sulla legittimità delle azioni dei suoi dipendenti ha il diritto di rivolgersi all’investigatore privato per far sì che i suoi sospetti siano accertati attraverso prove concrete. Tuttavia, può agire solamente entro certi parametri, posti a garanzia del diritto inalienabile della privacy degli stessi dipendenti.

Dipendenti o soci infedeli: ci pensa l’investigatore privato

L’investigatore privato, nell’ambito delle indagini aziendali, è chiamato ad intervenire soprattutto in quelle circostanze in cui il dipendente viola l’obbligo di fedeltà, trasgredendo i principi del divieto di non concorrenza nonché obbligo di riservatezza.

Il datore di lavoro può usufruire della figura dell’investigatore prevalentemente al di fuori dell’ambiente lavorativo, con attività investigative di osservazione diretta sul sospettato. Si può così documentare, ad esempio, che un dipendente in malattia in realtà passa le sue giornate ad allenarsi in palestra, oppure un dipendente che invece di assistere il parente disabile secondo la normativa della Legge 104 sfrutta quelle ore per stare al bar con gli amici.

Tuttavia, rispettando determinati principi, le indagini possono essere svolte anche all’interno dell’azienda, ad esempio attraverso l’installazione di telecamere nascoste. È lecito, infatti, successivamente alla sottoscrizione di regolare mandato investigativo, installare telecamere per verificare se durante la prestazione lavorativa un dipendente di cui si abbia il fondato sospetto commette un reato, come quello relativo al furto di beni aziendali.

È altresì lecito ispezionare per conto del datore di lavoro il computer aziendale di un dipendente di cui si sospetti l’infedeltà, sempre in osservanza di precisi criteri di pertinenza e di non eccedenza rispetto al mandato professionale, nel pieno rispetto dello Statuto dei Lavoratori.

Quando il datore di lavoro può ricorrere alle investigazioni aziendali?

Come specificato dalla Cassazione in diverse sentenze, il datore di lavoro può ricorrere alle indagini svolte da un’investigatore privato laddove vi siano già prove evidenti delle effrazioni commesse dal suo dipendente oppure ne sussista il sospetto concreto.

Per iniziare un’investigazione aziendale è necessario che sussista un legittimo interesse da parte del datore di lavoro, il quale deve ritenere che un suo diritto sia stato violato. In linea generale, dunque, le indagini preventive, ossia svolte senza che sussista un sospetto e senza alcun tipo di motivo giuridicamente rilevante, non sono ammesse.

Se da una parte il lavoratore può limitare la diffusione in azienda delle informazioni che lo riguardano quali dettagli sulla vita privata, stato di salute, credo politico o religioso, dall’altra parte il datore di lavoro può accedere ad una parte dei dati personali dei dipendenti e/o collaboratori a patto che li abbia acquisti e trattati nel modo corretto.

In conclusione, agire nell’ambito delle investigazioni aziendali è tutt’altro che semplice, in quanto bisogna tenere in considerazione sia la tutela dei diritti del datore di lavoro sia il diritto alla privacy del dipendente.

La Baroncini Investigazioni leader nelle investigazioni aziendali

Alla luce di quanto riportato nell’articolo appare evidente l’importanza di affidarsi solo a professionisti specializzati in investigazioni aziendali. Supportiamo in tutte le fasi il datore di lavoro nello svolgimento di indagini accurate e delicate, raccogliendo tutte le prove necessarie per accertare l’infedeltà di un dipendente o di un socio, mettendo a disposizione qualità e professionalità in tutti i momenti dell’investigazione.

La nostra prerogativa è offrire una soluzione commisurata ai bisogni del cliente, agendo secondo i principi di onestà e trasparenza che sono alla base del nostro modus operandi.

La prima consulenza è sempre gratuita. Contattaci ai seguenti recapiti:
mail info@baroncini-investigazioni.com
tel. 051 0286219